Sei qui: Home  >  In viaggio   >   Marrakech
TORNA INDIETRO

Marrakech

pubblicato il 01/10/18 in In viaggio

0 commento

arrakech 3Nella Medina si nasconde la magica serenità dei riad

Seguivo Ahmet e ad un certo punto siamo arrivati fino alla piazza Jemma El Fna, quasi all’entrata della medina di Marrakech. Il sole stava tramontando e un colore rosa intenso si diffondeva nell’oasi. La piazza era gremita e si preparava per la sua vita notturna. Acrobati, incantatori di serpenti, donne berbere sedute per terra facevano tatuaggi  ai turisti, grill per il barbecue, i venditori di acqua che scendevano dal Monte Atlas, preceduti dal suono delle piccole campane che portano appese al cappello e che tintinnano continuamente per avvisare la gente del loro arrivo. Ahmet, abituato a tutto questo fermento, sembrava apatico in mezzo alla folla, al contrario di me che guardavo intorno estasiata, pur facendo attenzione a non perderlo di vista. Si era fermato solo per un attimo all’edicola della stampa straniera per comprare il Figaro per la signora presso cui lavorava  e dopo aver gettato il giornale  nel cappuccio del suo bournous, aveva ripreso a camminare trascinando le sue scarpe di cuoio, quelle che in Marocco chiamano babouches.

Marrakech 8Entrando nella Medina, il bazaar si proponeva al mio sguardo in tutto il suo splendore!  Rispetto al bazaar del Cairo, con colori più vivaci e forse più organizzato, mi diede subito l’impressione di essere più autentico e caratteristico. Dando uno sguardo intorno ebbi modo di notare tanti dettagli curiosi e pittoreschi ad esempio le donne coperte con il velo, ma con le dita dei piedi scoperte e le unghie dipinte. E i commercianti, seduti accovacciati per terra, davanti ai loro negozi, così piccoli da sembrare buchi nel muro, gli bastava allungare solo una mano per raggiungere tutti gli angoli e prendere la loro merce.

Mentre gli asini, con una calma incrollabile, carichi di cesti appoggiati sul dorso, con arance e verdure, aprivano la strada tra i sacchi di grano. Continuando a camminare entrammo nel mercato dei tintori e i colori  dei fasci di lana appesi, offrivano un’immagine davvero suggestiva. Non ebbi però il tempo di soffermarmi, perché Ahmet a questo punto si era infilato in un vicolo così stretto da non permettermi di camminargli a fianco. Alla fine del vicolo si fermò e mi disse semplicemente “siamo arrivati”, eravamo davanti ad una pesante porta di legno decorata con grandi chiodi di bronzo.

souks of marrakech 2

 

 

 

 

 

 

 

Come prima, così ancora oggi, molti stranieri godono il piacere di aver una casa a Marrakech. In un primo tempo hanno costruito delle ville nel quartiere francese di Gueliz, fuori le mura, poi delle ville più grandi nel palmeto ai margini del deserto, la Palmeraie, ma ora acquistano i riad nella medina, che di solito sono rinnovati dagli arredatori francesi, i quali operano dei piccoli capolavori al loro interno.

Marrakech 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In uno di questi riad, abita la mia amica, Alice. Quando la pesante porta fu chiusa dietro di noi, il trambusto della strada si fermò improvvisamente. E si sentiva soltanto il piacevole fruscio dell’acqua della fontana, collocata al centro del piccolo patio,  incorniciato dalle candide pareti e adornato da eleganti archi in stile andaluso. In alto c’era un’apertura quadrata,  che dava l’idea di portare il cielo dentro. Poi, il mio sguardo vagabondò nell’arredamento degli spazi intorno e constatò che tutto, ma proprio tutto era stato pensato per deliziare il gusto più raffinato. Mobili, collezioni di quadri e opere d’arte antiche, soffitti dipinti o scolpiti, marmi e legni preziosi. 

Questa è la magia della casa marocchina, nascosta agli occhi dei passanti….incantevole e sorprendente al suo interno.

Immagini: Il mio arrivo al Mamounia  

La villa Majorelle a Gueliz

A zonzo per la Medina

Un cortile

11 Trav Mem IT small

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli eBook, illustrati con fotografie a colori, sono disponibilie su:

Amazon Kindle collection: 
http://www.amazon.com/Barbara-Athanassiadis/e/B00FJ52YIM 

Kobo eBooks collection: 
http://store.kobobooks.com/Search?Query=barbara+athanassiadis

Google Play eBooks collection:
http://play.google.com/store/search?q=barbara%20athanassiadis&c=books

Apple iBooks collection:  
https://itunes.apple.com/us/author/barbara-athanassiadis/id955670302?mt=11

YouTube I miei viaggi nel mondo: https://www.youtube.com/playlist?list=PLrbC-aJ-0WKuwF4F-d-U2P6-m3dbKdkcz

nessuno ha commentato ancora

Login per inviare un commento Login here.

Puoi inserire commenti solo dopo aver effettuato il login



Grazie per il tuo commento

Il tuo commento è stato presentato ed è ora in attesa di conferma