Sei qui: Home  >  In viaggio   >   Terrazza con vista sulla Roma antica
TORNA INDIETRO

Terrazza con vista sulla Roma antica

pubblicato il 27/06/17 in In viaggio

0 commento

 

 Terrazza con vista 5


 

                             

Uno splendido panorama

Si tratta di un panorama meraviglioso. Mi trovo su una terrazza sopra Piazza Venezia e l’immagine che scorgo sembra una cartolina. In fondo il Colosseo, al centro i Fori Imperiali e in primo piano le cupole gemelle di due chiese barocche, poste intorno alla statua di san Pietro, che svetta surreale in cima alla Colonna di Traiano, sulla quale è raffigurata, in bassorilievo, la spedizione dei Romani nella Dacia (l’attuale Romania). In basso i veicoli, microscopici come giocattoli, fanno il giro della piazza dominata dal Palazzo Venezia: quest’ultimo, con il balcone da cui Mussolini arringava le folle, sembra più squadrato del solito mentre di fronte il candido Altare della Patria, dedicato a Vittorio Emanuele e posto su un versante del Campidoglio, sembra fare l’occhiolino al Papa, in Vaticano, che un tempo di Roma era il sovrano.

Di fronte a un panorama del genere, un pittore metterebbe mano ai suoi pennelli, uno scrittore prenderebbe la penna, un musicista si accingerebbe a comporre una sinfonia. Amo molto questo luogo e ci vengo spesso. Cionostante ogni volta mi sembra la prima volta perché mi sento travolgere da emozioni sempre nuove e, grazie alla mia bacchetta magica mentale, creo composizioni sempre diverse cancellando e ricomponendo quello che vedo.

Terrazza con vista 2 1Così la colonna di Traiano me l’immagino, nell’antichità, al centro di un piccolo cortile, tra due biblioteche, una greca e una latina, mentre i Romani, abbigliati con le toghe, salgono sui tetti per curiosare i bassorilievi di marmo scolpiti sulla superficie. Oggi la colonna ha un aspetto solitario e la sera è punto d’incontro per i gatti dei dintorni, i famosi gatti di Roma, che ne adorano le rovine. Un altro luogo assai frequentato dai gatti sono i Mercati Traianei, il maggior centro commerciale, come diremmo oggi, della sua epoca, che comprendeva ben 150 botteghe, mentre accanto altri edifici grandiosi, esedre, templi abbelliti da statue e basiliche decorate con marmi preziosi compongono il complesso dei Fori Imperiali giungendo fino al Colosseo.

Terrazza con vista 4 2Intanto il tempo passa e lo scenario si trasforma mostrandomi un paesaggio bucolico. Greggi di pecore e mandrie di mucche pascolano davanti ai Mercati Traianei, costellati di orti che soddisfano le necessità dell’economia medievale, e da casette basse costruite alla bell’e meglio sopra il semicerchio alto tre piani. Una di queste casette, che doveva essere più decorosa delle altre, si trova ancora al suo posto e il mio sguardo vi si sofferma. Somiglia a un dipinto. Questo frammento di medioevo poggia sopra le rovine dei Fori, mentre la graziosa loggia rinascimentale aggiunta in seguito appartiene ai Cavalieri di Malta, ai quali fu donata dal Papa al tempo delle Crociate, allorquando si chiamavano Cavalieri di San Giovanni.

Terrazza con vista 6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mi sento travolta da un’ondata di tenerezza mentre ammiro questo aspetto di Roma, che le peripezie storiche fanno apparire nel contempo imperturbabile e fragilissima. Il gigantesco monumento di marmo di Vittorio Emanuele ostacola la vista sul Campidoglio e non sono sicura che i veri romani fossero felici quando esso fu costruito (1911). Così preferisco cancellarlo e far emergere il bellissimo giardinetto del signor Gorizio, vissuto durante il Rinascimento, celebre per gli allegri ricevimenti a cui partecipava l’intellighenzia della sua epoca.

Terrazza con vista 2 2Michelangelo, Raffaello, Bembo e Castiglione ne menzionano i banchetti, che ricordano come i momenti più felici della loro vita. Nel giardino, sul versante del Campidoglio che dà sui Mercati Traianei, si trovano alberi di limone oltre che ninfe scolpite e sarcofagi, secondo la tradizione romana. C’è anche una grotta ombrosa con una fontana e un’epigrafe che invita a bere, a lavarsi e a tenere la bocca chiusa: dubito tuttavia che i ciarlieri invitati si attenessero all’ultima regola, a meno che preferissero scrivere versi seduti sotto gli alberi, come accadeva nel Rinascimento.

Tutta questa zona e le rovine che ho appena descritto, fino al Colosseo, con il tempo furono ricoperte di case cosicché gli inglesi del Grand Tour non vedevano il nitido panorama che si gode adesso. Affinché ciò avvenisse, un intero quartiere fu raso al suolo per volere di Benito Mussolini, che oltre a promuovere lo scavo e il restauro delle rovine, fece aprire la grande strada che reca il pomposo nome di Via dei Fori Imperiali, ove oggi si svolgono le grandi parate militari.

Terrazza con vista 4 Roma pagana, papale, mussoliniana, la Città Eterna su cui brillano i riflessi dorati del sole al tramonto, ammirata dall’alto di una terrazza. Un’emozione unica.

Il libro PASSEGGIATE ROMANE, illustrato con fotografie a colori, è disponibile su:

Italian Rome small6Amazon Kindle: http://www.amazon.it/dp/B00GTB3H5E

Kobo Books: http://store.kobobooks.com/books/passeggiate-romane

Google Play Books: https://play.google.com/store/books/details?id=GRjmBQAAQBAJ

Apple iBooks: https://itunes.apple.com/it/book/passeggiate-romane/id957055241?mt=11

YouTube Book Trailer PASSEGGIATE ROMANE: http://youtu.be/tbVJRvIfqOI

 

 

 

 

nessuno ha commentato ancora

Login per inviare un commento Login here.

Puoi inserire commenti solo dopo aver effettuato il login



Grazie per il tuo commento

Il tuo commento è stato presentato ed è ora in attesa di conferma