Sei qui: Home  >  Press   >   L'incanto di Venezia a Boston
TORNA INDIETRO

L'incanto di Venezia a Boston

pubblicato il 20/01/18 in Press

0 commento

The Charm of Venice in Boston 2

  

La casa-museo di Isabella Gardner

...«Fenway Court», dissi al conducente, che sgommò all’istante, forse nel timore che cambiassi idea.

Eppure era proprio così!

«Eccomi!», disse.

The Charm of Venice 4 3La vedevo come se fosse davvero lì con me: era Isabella Gardner nel ritratto di Anders Zorn dal titolo Isabella Gardner in Venice. La braccia spalancante in diagonale e il modo in cui appoggiava con determinazione le dita sulla portafinestra aperta sull’oscurità del Canale Grande testimoniavano la sua incredibile forza di volontà. L’abito arancione stretto in vita mi dava l’impressione di una fiamma ed esprimeva la sua incredibile vitalità. D’altra parte la lunga collana di grosse perle chiusa da un appariscente rubino confermava trattarsi di una ereditiera molto ricca.

Questa era Isabella Gardner, nella cui casa-museo ero entrata. Oltre a essere una donna eccentrica, possedeva anche una buona dose di follia, che la trasformava nella coreografa delle sue fantasie. Aveva fondato uno dei migliori musei privati d’America, sulla porta del quale, prima di entrare, si legge la scritta: «C’est mon plaisir», ossia «Il piacere è tutto mio». Niente di meno aveva arricchito la vita intellettuale del suo Paese con ben 2.500 opere d’arte di valore inestimabile, molte delle quali provenienti proprio da Venezia.

Isabella era una donna romantica? Non credo. Malinconica? Sì, cadde in depressione dopo la morte del figlioletto, ma reagì facendo lunghi viaggi nel corso dei quali riempiva il taccuino di piccoli, splendidi disegni.

he Charm of Venice in Boston 7 4

Intanto continuavo a camminare fermandomi ogni tanto a osservare qualcuno degli oggetti esposti e senza rendermene conto, cominciai a sentirmi assorbita da Venezia. Ad affascinarmi erano soprattutto gli elementi architettonici che ornavano la casa-museo, disposti secondo il consueto amore degli americani per l’ordine e la simmetria, e che Isabella aveva raccolto con l’aiuto dello storico d’arte Bernard Berenson. Uno di questi era una Madonna in bassorilievo risalente al 1500, che Isabella aveva salvato un attimo prima che gli operai lo prendessero a martellate durante lo svolgimento di…va via alcuni lavori in una chiesa:

«Smettetela e aiutatemi a staccarlo dalla parete. Ho deciso di acquistarlo», aveva detto.

La sua collezione era stata messa insieme anche così.

The Charm of Venice 2 jpg 1Poi salii al piano di sopra. A ogni passo mi imbattevo in qualche tesoro che mi faceva pensare a quello che non avrei dovuto finché a un certo punto mi trovai davanti al Ritratto dello scriba seduto di Gentile Bellini... Un brano del libro La mia Venezia

Nelle immagini: La casa-museo di Isabella Gardner

Il ritratto di Isabella Gardner da Anders Zorn

Lo scriba seduto da Gentile Bellini

 

Il libro La mia Venezia, illustrato con fotografie a colori, è disponibile su: 

Small La+mia+Venezia27Amazon Kindle:http://www.amazon.it/dp/B00MI7OP72

Kobo Books: http://store.kobobooks.com/books/la-mia-venezia

Google Play Books: https://play.google.com/store/books/details?id=QaamBQAAQBAJ

Apple iBooks: https://itunes.apple.com/it/book/la-mia-venezia/id956920115?ls=1&mt=11

YouTube La mia Venezia videohttps://youtu.be/RWqIIlCDuV8

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

nessuno ha commentato ancora

Login per inviare un commento Login here.

Puoi inserire commenti solo dopo aver effettuato il login



Grazie per il tuo commento

Il tuo commento è stato presentato ed è ora in attesa di conferma