Sei qui: Home  >  Press   >   Tra gotico e bizantino
TORNA INDIETRO

Tra gotico e bizantino

pubblicato il 20/11/17 in Press

0 commento

Between Gothic and Byzantine4                                                                   Tra gotico e bisantino

                               Santa Sofia di Istanbul e la cattedrale di Chartres

Tutte e due le chiese esprimono la magnificenza del divino, ognuna in uno stile differente. Questo stile nasce dal sentimento con cui i devoti guardano la presenza di Dio nel luogo di culto. Nella cattedrale di Chartres, che dista 80 chilometri da Parigi, l’altezza strepitosa degli archi che puntato al cielo, dimostra che lo sguardo umano si deve elevare per unirsi con quello divino e un po’ resta intimidito o non si sente libero in questo ambiente estremamente stretto eppure tanto imponente nelle sue forme e dimensioni. Invece nella chiesa di Santa Sofia, la rotondità della sua architettura e l’enorme cupola (la più grande che sia mai stata costruita fino al VI secolo dell’età cristiana) danno la sensazione che lo sguardo divino abbracci il fedele per proteggerlo dalle calamità.

Tra gotico e bizantino3

Eppure penso che l’imperatore Giustiniano quando diede ordine di costruire Santa Sofia, non aveva in mente il sentimento del divino abbraccio. Il suo scopo era di costruire un edificio che rappresentasse la continuità con la magnificenza degli edifici della Roma imperiale. Per questa ragione ha puntato sullo spettacolare. Invece la cattedrale di Chartres, costruita senza ordine imperiale, ma dagli abitanti della città, dove i ricchi mercanti, le corporazioni e la nobiltà locale contribuirono con donazioni alla sua costruzione, l’aspetto della chiesa è fantasmagorico.

Between Gothic and Byzantine 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli architetti di Santa Sofia sono conosciuti: Antemio di Tralles e Isidoro di Milito. Tutti è due vengono dall’Anatolia. Quelli della cattedrale di Chartres si sintetizzano sotto un nome collettivo: il maestro di Chartres. La prima fu costruita in cinque anni (fu consacrata nel 537), la seconda in trenta anni nel XIII secolo e c’è un dettaglio per il viaggiatore da osservare: mescolate, con le statue del portale, in particolare sotto quelle della Madonna si trovano quelle di Aristotele e di Pitagora. Forse perché la geometria e la retorica si studiavano nella scuola teologica di Chartres e  queste discipline hanno contribuito all’erezione di questo edificio che esprime la gloria dei Cieli.

Tra gotico e bizantino 2Inoltre i splendidi “vitraux” narrano le storie della Bibbia, il tutto concepito  in  modo tale che chiunque anche un’analfabeta potesse leggere attraverso le immagini, quello che, al contrario, non succede in Santa Sofia con lo splendore dei mosaici d’oro che rappresentato figure soprattutto imperiali protette dai santi. Ma quando ho visitato Chartres, benché guardassi estremamente impressionata i  “vitraux”,  intatti nei secoli, la mia mente andava a Santa Sofia.

Il contrario non succede quando visito Costantinopoli, perché Santa Sofia mi assorbe pur senza vedere i suoi mosaici ormai andati persi. È la forza della fantasia… Immagino l’enormità della sua rotondità coperta da migliaia di piccolissimi vetri dorati che risplendono sotto le centinaia di fiamme delle candele e vedo l’entrata rituale dell’imperatore seguito dalla sua corte.

Le Memorie di Viaggio small13

 

 

 

 

 

 

 

Gli e-book, illustrati con fotografie a colori, sono disponibili su:

Amazon Kindle collection: 
http://www.amazon.com/Barbara-Athanassiadis/e/B00FJ52YIM

Kobo eBooks collection: 
http://store.kobobooks.com/Search?Query=barbara+athanassiadis

Google Play eBooks collection:
http://play.google.com/store/search?q=barbara%20athanassiadis&c=books

Apple iBooks collection:  
https://itunes.apple.com/us/author/barbara-athanassiadis/id955670302?mt=11

YouTube Book Trailers collection: 
https://www.youtube.com/channel/UCVrRV1t6IMfZWfq_TqLwnbg  

 

nessuno ha commentato ancora

Login per inviare un commento Login here.

Puoi inserire commenti solo dopo aver effettuato il login



Grazie per il tuo commento

Il tuo commento è stato presentato ed è ora in attesa di conferma